Categoria: Società/potere

Parole manomesse

Gianrico Carofiglio: La nuova manomissione delle parole, 2021 *** quando manca la capacità di nominare le cose e le emozioni, manca un meccanismo fondamentale di controllo sulla realtà e su se stessi. (p.20) Oltre la sciatteria, la banalizzazione, l’uso meccanico della lingua,…continua →

Decalogo di Zagrebelsky

Relazione tenuta durante il Convegno Nazionale  CIDI  il  4 marzo 2005, Gustavo Zagrebelsky 1) La fede in qualcosa che vale. 2) La cura delle individualità personali. 3) Lo spirito del dialogo. 4) Lo spirito dell´uguaglianza. 5) Il rispetto delle identità…continua →

Mercato della casa

Abitare stanca. La casa: un racconto politico, di Sarah Gainsforth Estratto dall’intervista all’autrice a cura di Andrea Staid, luglio 2022 iltascabile.com La casa dovrebbe essere un punto di partenza, la terra sotto i piedi, la base per fare altro, non un…continua →

Il buon Dio e gli atei

Appunti dal libro: Grandi Dei, di Ara Norenzayan, 2013, Raffaele Cortina Editore Le credenze religiose e i rituali sono emersi come effetto collaterale evolutivo di funzioni cognitive ordinarie che hanno preceduto la religione. Queste funzioni cognitive hanno dato origine a intuizioni…continua →

Horkheimer: scienza ragione

Osservazioni sulla scienza e la crisi (1932), in Teoria critica di Max Horkheimer 1. La teoria marxiana della società annovera la scienza tra le forze produttive umane… fattore del potere intellettuale degli scienziati…essa rappresenta anche un mezzo di produzione. 2.…continua →

Utopie letali

da “Utopie Letali”, di Carlo Formenti, Jaca Book, Milano, 2013 Sul piano teorico il libro espone quattro tesi. La prima afferma che la crisi in corso è sintomo di un irreversibile mutamento del modello di accumulazione capitalistica. Tale processo comporta, oltre ai processi di finanziarizzazione e globalizzazione… smantellamento dello stato sociale, accompagnato da estese privatizzazioni e dalla trasformazione in servizi commerciali di una quota crescente di attività che prima rientravano nelle sfere delle relazioni private, famigliari e comunitarie;continua →

Tornano i sofisti: niente paura!

Destreggiarsi sulle onde come tra le parole. La somiglianza tra sofista e surfista non va aldilà del suono delle parole. E il paragone non piacerebbe neppure ai surfisti. Nell’articolo di MB non se ne parla, per fortuna. Si cerca invece di analizzare come i sofisti abbiamo…continua →

La realtà esiste e io ne so qualcosa

La prassi è qualcosa di costitutivamente pubblico. L’umano, scriveva Hannah Arendt in Vita activa, è davvero tale quando ha la possibilità di agire politicamente in mezzo agli altri umani; altrimenti è puro «metabolismo», biologia, animalità. Si può discutere su quanto ciò sia vero; non su quanto sia diventato difficile verificarlo. Certo è comunque che l’impossibilità di agire rende meno umani.continua →