Fermare il tempo – E. Tiezzi

Fermare il tempo
Un’interpretazione etico scientifica della natura
autore: Enzo Tiezzi, 1996

citazioni
“Ora, il punto non è di rinunciare, ovviamente, a queste conquiste del progresso e della scienza; il punto è semmai di sapere che siamo sfuggiti ai controlli di retroazione e di omeostasi della naturale evoluzione biologica e che solo noi, come uomini, possiamo scegliere la strada della sopravvivenza della nostra specie e del Pianeta, rispettando le specie più deboli, i grandi cicli biologici, la biodiversità, i vincoli della natura.”

Indice del volume:

Prefazione: Dalla cultura dello spazio alla cultura del tempo ( Ilya Prigogine)
Prologo
1. Il Barone di Munchausen e il diavoletto di Maxwell
Il codino del Barone
Un delicato gioco
Che cos’è l’entropia (in fisica classica)?
La “neghentropia” di Schrodinger
2. Il talismano verde
La storia di un pianeta singolare
C’era una volta
Una pericolosa atmosfera venusiana
3. Le basi scientifiche di una possibile cosmogonia
Entropia e biologia
Lo zingaro e la neghentropia
4. Il sentiero degli ippogrifi: una strada alternativa per le origini della vita
Mostri”promettenti”
Anello, mio bell’anello
5. Spin
Effetti minimi
Einstein, il determinismo, il caso
“Fiori di loto”
6. Il pianeta Terra “gioca a dadi”
Relazioni
Un convitato speciale al pranzo di Babette
Altre storie di entropia, con unicorni e ciclopi; ritorna il diavoletto di Maxwell
Un mio libro cade a terra
La termodinamica di Prigogine
7. Che buffo Pianeta!
Verso un modello ecodinamico
“Come la faccia della Luna..”
La vendetta della natura
I fragili equilibri dell’atmosfera
Che cos’è l’effetto serra
Imprevedibili scenari
Ritorno a Tolomeo
8. Hic sunt leones
Collisioni tra molecole
Il paradosso del tempo
9. Conservazione evolutiva o evoluzione conservativa?
Il dibattito tra Bohr ed Einstein alla conferenza Solvay
La foglia e l’entropia
10. L’assunto antiestetico di Cartesio e di Newton
Vedere i colori
La ninfa Eco, Golem-robot, Gargantua e Pantagruele
11. Per costruire una scienza ecologica
L’insostenibile dualismo
Una barchetta sul fiume: owero, i sistemi sensibili alle condizioni iniziali
“De minimis non curat lex”: ma poi?
Lontano dall’equilibrio: piccole fluttuazioni e divergenze macroscopiche
Le ombre di Penrose
12. Linger, fair passing moment!
Comunità con il futuro
Tempo, relazione, vincolo
Un ossimoro
Appendice: L’ecodinamica
La freccia del tempo di Prigogine e i Grandi Sistemi di Poincaré
Il caos dinamico, la termodinamica di non equilibrio e, ancora, LPS
Epilogo: Mio nonno farmacista (Lidia Pulselli Tiezzi)
Commiato

Share