Ritagli e scorie

Ritagli, appunti e scorie

(Alcune parole chiave tratte dall’edizione in pdf di Etica; i numeri delle ricorrenze sono invece calcolati nell’edizione digitale.)

affetto (affectus)
affezione (affectio)
amore – 187
appetito (appetitus)
bellezza (pulchritudo, forma: 1 cit)
causa – causa efficiens – causa externa
coscienza, esser conscio (conscientia, conscius).
cupidità (cupiditas)
desiderio (desiderium) – 44
Dio – 797
dolore – 8
dubbio (dubitatio)
durata (duratio)
esistenza, esistente (existentia, existens).
eternità (aeternitas)
fortezza (animositas)
forza (vis) 
geometria – 1 (nel titolo)
gioia, letizia (laetitia) 
immaginazione (imaginatio)
immagini (imagines vel corporis affectiones)
individuo (individuum).
infinito (infinitus)
intelletto, intelligenza (intellectus, intelligentia)
letizia – 244
libertà (libertas)
matematica – 3
memoria
mente (mens)
moto (motus) – 11
natura
necessità (necessitas)
negazione, nulla (negatio, hihil)
parte, tutto (pars, totum)
passione (passio)
piacere (voluptas …) – 19
pietà (pietas)
politica (comunità) – 2
potere – 73
potenza – 215
proprietà (proprietates)
realtà (realitas)
scienza (scientia naturalis), scienza (intuitiva), scientifica (conoscenza) – 2
sforzo – 73 (conatus~)
sostanza (substantia) – 11cit
tristezza (tristizia) – 219
uomo – 165
verità (veritas) -27
volontà (voluntas) – 79


È meglio essere felici che infelici!

In guerra come in pace
a Spinoza amare piace.

Amo l’amico del mio amico

Odio l’amico del mio amico

Odio il nemico del mio amico

Amo il nemico del mio amico

.

Odio l’amico del mio nemico 

Amo l’amico del mio nemico

Amo il nemico del mio nemico

Odio il nemico del mio nemico

.

Amo l’amico del mio amico

Odio il nemico del mio amico

Odio l’amico del mio nemico

Amo il nemico del mio nemico

.

Odio l’amico del mio amico

Amo il nemico del mio amico

Amo l’amico del mio nemico

Odio il nemico del mio nemico

=

Senso civico secondo Spinoza

Amo l’amico del mio amico

Amo il nemico del mio nemico

Amo il nemico del mio amico

Amo l’amico del mio nemico

Amo l’amico e il nemico del mio amico

Amo l’amico e il nemico del mio nemico


.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-

A. G. Biuso recensisce Libre comme Spinoza. Une introduction à la lecture de l’Éthique di Denis Collin(Manifesto 31-3-2015)

“C’è in Spinoza una chiara declinazione antisoggettivistica, avversa all’interiorità e favorevole invece alle strutture oggettive della materia e delle sue leggi. Al di là dei due gradi dell’immaginazione confusa e della ragione calcolante, questo filosofo coglie il livello supremo dell’intuizione intesa come amor Dei intellectualis, come comprensione e accettazione del fatto che il corpomente umano è parte di un tutto. La mente altro non è che l’idea del corpo: «Sottolineare questo: ’la mente è l’idea del corpo’ e non ’la mente ha l’idea del corpo’».”

“Siamo dunque macchine del desiderio e lo siamo al punto che «filosofare non vuol dire rinunciare alla gioia e al desiderio, al contrario significa dare loro il massimo spazio» all’interno della struttura necessaria della vita.”

“Spinoza, come molti faranno dopo di lui con strumenti di carattere più empirico o più artistico, mostra come noi non amiamo qualcosa o qualcuno perché è «buono» ma lo giudichiamo tale proprio perché lo desideriamo, lo amiamo. L’amore è cieco, alla lettera.”

“Tra questi pregiudizi c’è la relazione gerarchica e antropocentrica con gli altrianimali. Se, a differenza di Descartes, Spinoza ammette che gli animali abbiano sensazioni, «afferma che l’uomo ha tuttavia il diritto di disporne secondo la sua volontà: il diritto non è che una questione di potere ed essendo il potere umano superiore a quello degli animali, egli può imporre il suo diritto di natura». “

Share